La Luce e la vita

La Vita oltre la vita

Tel.: 0863.412900

Fax: 0863.412900

E-mail: cmseritti_at_tin.it

 

(sostituisci _at_ con @)

 

Io ci sono già stato…

 

Le uniche certezze legate all’esistenza di ogni uomo sono la sua nascita e la sua morte.

In mezzo c’è l’esperienza della vita.

Perché l’uomo si interessa della propria nascita della quale conosce, in genere, quasi tutto e tende a far finta di niente o a tergiversare se il discorso verte sulla propria morte?

Sembra quasi che ognuno di noi cerchi di tralasciare ogni, seppur lontano, accenno  come se l’evento non appartenesse alla propria esistenza  e gli fosse estraneo per definizione…

Personalmente anch’io, fino a qualche anno addietro, avevo questo genere di reazione nei confronti di “quell’ evento” e della probabilità che un fatto simile potesse accadere a me.

Tuttavia, sin da giovanissimo, i miei sogni ed i miei pensieri erano occupati da certi strani “ricordi” che mi tornavano in mente spesso e non solo in certe occasioni.

Le mie rievocazioni mi portavano  in un posto bellissimo e senza tempo dal quale mi ero staccato, mio malgrado, per venire...su questa terra.

Spesso mettevo da parte questi “ricordi” che io stesso ritenevo assurdi e privi di senso.

Man mano che passavano gli anni, però, aumentava la “visibilità”  di quelle rievocazioni che si facevano più presenti e si arricchivano di particolari interessanti.

Più scavavo nella mia mente e maggiori e più impressionanti diventavano i dettagli.

La curiosità, inizialmente solo quella, portò ad interessarmi prima di ogni altra cosa di spiritismo, coltivando amicizie e condividendo esperienze con persone che l’avevano praticato dal vero.

Ricordo ancora l’avida lettura di libri di Demofilo Fidani (*), noto ed illustre medium italiano e grandi discussioni su questi argomenti con alcuni suoi adepti.

Capii presto che non era quella la via giusta per me.

Era, sì, un percorso diretto, ma troppo rapido e pericoloso.

Quelle emozioni crude, immediate e, a tratti, sconcertanti avrebbero potuto incidere molto anche sulla mia salute (e non mi riferisco solo a quella fisica…).

Dovevo trovare altre strade.

Una era, ancora ed ovviamente, legata ad uno scambio continuo e diretto di opinioni con persone (anche religiosi di “ampie vedute”) interessate ed esperte di questi argomenti.

L’altra, quella forse più utile e gratificante, venne dalle letture di libri riguardanti le esperienze di pre-morte (NDE: Near Death Experience) di cui la letteratura oggi, per fortuna, è assai ben fornita.

Scoprii che esistono gruppi di ricerca su questi argomenti in alcune università degli Stati Uniti ed in Europa e che queste esperienze hanno arricchito sempre la vita di chi le ha vissute, sia direttamente che indirettamente.

Scoprii con sbalordimento, su alcuni testi, l’emergere di talune delle mie esperienze che erano state vissute e descritte da altri…

 

Questi libri contengono un grande segreto.

E questo segreto ha il potere di cambiare la vita, per sempre.

E’ quanto è successo anche a me.

 

 

 

_________________________________________

 

 

(*)

 

Demofilo Fidani nasce l'8 febbraio 1914 su un piroscafo diretto in Sardegna.
E' stato pittore - come più di ogni altra cosa amava definirsi - sceneggiatore e regista cinematografico (chi non ricorda la serie di Sartana!). Amico di Federico Fellini, per la sua  lunga attività  gli venne conferita, nel 1975, la medaglia d'oro "Una vita per il cinema".

Appassionatosi allo  studio  del paranormale  con l'amico Renato Piergili, scoprì nel 1936 la sua medianità. Ha concluso la sua esperienza terrena nel 1994.

 

Demofilo Fidani è un nome noto ormai a tutti gli appassionati e agli studiosi di medianità e di fenomeni paranormali. Demofilo è forse l'ultimo dei grandi medium "ad effetti fisici", l'ultimo anello di una catena che si è allungata per generazioni e generazioni e che sembra ormai sul punto di estinguersi. Introdotto da un amico medico (Renato Piergili) alle pratiche spiritualistiche, scoprì di possedere grandi qualità medianiche, che affinò con umiltà e con passione fino ad ottenere risultati stupefacenti. Dalle prime interrogazioni sulla veridicità delle manifestazioni provenienti da un'altra dimensione, fino alla medianità vissuta in prima persona, l'itinerario spirituale di questo grande personaggio si è arricchito di esperienze straordinarie ed illuminanti.

 

Nei suoi lunghi anni di attività Demofilo Fidani ha ricevuto un'enorme quantità di lettere e di richieste di persone che cercavano un contatto con i loro cari che si erano "manifestati". Fidani ha sempre cercato di esaudire ogni richiesta, di aiutare senza mai chiedere niente in cambio e spesso ha portato serenità e consolazione, gioia e speranza.

Sulla medianità di Fidani andrebbero scritti interi volumi come ha rilevato Manuela Pompas, ma ciò che più conta è l'esperienza interiore, il contatto che ciascuno, nel momento in cui vive l'evento medianico, ottiene tra la coscienza e l'anima: vivere certe esperienze può cambiare una vita.

Per ulteriori informazioni:

Un raggio di luce cominciò a brillare...

Demofilo Fidani ripreso da Elisabetta Catalano

"La morte fisica non mi fa paura. So perfettamente che il mio spirito continuerà a vivere nell'altra dimensione, ricco delle mie esperienze e con il bagaglio dei miei errori che dovrò correggere e rivedere."

(dal testamento spirituale di Demofilo Fidani, 1994)